Prodotto multimediale della 5^ D Turismo

Per migliorare lo studio della lingua ma, in particolare della Storia, ho pensato di creare un ambiente ove si realizzi un rovesciamento della prospettiva didattica: l’obiettivo è in che modo le discipline possano costruire la competenza nell’allievo, in che modo esse possano cercare di riempire lo spazio tra il mondo dei problemi vissuti e quello della riflessione. Il laboratorio deve essere un  luogo di costruzione della conoscenza ma anche un’avventura conoscitiva: nell’insegnamento-apprendimento l’insegnante e l’allievo si costituiscono entrambi come quel viaggiatore, il cui viaggio e la cui scommessa è il percorso formativo . Nel laboratorio si realizza la metacognizione: perché il laboratorio didattico mira ad un processo di apprendimento che non incida solamente sulle abilità di base o acquisite, ma anche sulle modalità della loro comprensione ed utilizzazione. Infatti, l’approccio metacognitivo è una modalità di intervento polivalente e trasversale all’interno del processo di apprendimento. Ma, soprattutto è un luogo di approccio cooperativo: in esso si concretizza un nuovo modello di insegnamento/apprendimento fondato sulle interazioni fra gli attori del processo didattico.

La didattica laboratoriale rappresenta la soluzione ottimale in cui coniugare sapere e saper fare, per concretizzare la dimensione formativa ed educativa dell’apprendimento; inoltre, le competenze di storia prevedono anche costanti richiami all’impiego degli strumenti multimediali, un approccio interattivo alla materia, che la rende più interessante e stimolante soprattutto per i “nativi digitali”.

Prerequisiti

  • Conoscenza del contesto storico

OBIETTIVI FORMATIVI in termini di competenze del Laboratorio di Storia

  • capacità di individuare la rilevanza attribuita ai diversi soggetti storici (individui, soggetti istituzionali, soggetti collettivi, forze impersonali);
  • capacità di usare carte storiche per individuare localizzazione, contestualizzazioni, distribuzioni, relazioni spaziali dei fenomeni storici;
  • capacità di mettere in relazione fatti storici con i rispettivi contesti ambientali e individuare le reciproche relazioni;
  • capacità di utilizzare la conoscenza storica acquisita per attribuire significato al presente in cui si vive;
  • potenziare la capacità di selezionare le informazioni in coerenza con la tematizzazione stabilita;
  • capacità di confrontare interpretazioni diverse di uno stesso fatto storico;
  • capacità di produrre prodotto multimediale( Prezi) di analisi storica.

Metodologie: Lezione frontale, lezione socratica, lettura diretta di testi, visione di documentari, Brain storming, attività laboratoriale, lavoro di gruppo, redazione collettiva di testi anche digitali

Verifica e Valutazione

Alla fine dell’attività di laboratorio è stata prevista una verifica orale per ciascuno dei componenti del gruppo sull’argomento svolto nel proprio prodotto multimediale per accertare le conoscenze e le abilità acquisite. La valutazione ha tenuto conto del raggiungimento degli obiettivi indicati e si accompagna ad una griglia valutativa ulteriore per singolo componente gruppo sul grado di partecipazione e impegno mostrati durante l’elaborazione del Prezi.

Competenze di cittadinanza

  • Comunicare ( Comprendere messaggi di genere diverso mediante diversi supporti; rappresentare eventi, atteggiamenti, stati d’animo, emozioni, utilizzando linguaggi diversi medianti diversi supporti)
  • Risolvere problemi ( affrontare situazioni problematiche costruendo e verificando ipotesi interpretative, operando confronti, raccogliendo e valutando dati)
  • Individuare collegamenti e relazioni ( individuare e rappresentare, elaborando argomentazioni coerenti, collegamenti e relazioni tra eventi e concetti diversi  cogliendo analogie e differenze)
  • Acquisire e interpretare l’informazione ( acquisire e interpretare criticamente l’informazione ricevuta nei diversi ambiti e attraverso diversi strumenti comunicativi, valutandone l’attendibilità e l’utilità)


Sezioni