Questa lezione, svolta in una classe quarta, ha avuto come scopo il mostrare agli alunni come già prima di Copernico e Galilei si sia studiato in modo razionale il nostro Sistema solare e la Terra. Grazie alle grandi intuizioni dei filosofi classici Greci, anche con errori, si è arrivati a formulare ipotesi che, successivamente, hanno permesso al grande Copernico di poter avvalorare l’importanza della teoria eliocentrica. Fondamentali sono stati i Pitagorici, tra cui Filolao e il ” Copernico classico” Aristarco di Samo.

Spesso ai ragazzi, purtroppo, mancano queste informazioni cosicchè pensano che tutto abbia avuto inizio con l’astronomo polacco e il suo libro  “De revolutionibus orbium coelestium” (La rivoluzione delle sfere celesti). Solo coloro che studiano a scuola la filosofia hanno la possibilità di conoscere l’astronomia greca e sapere, quindi, verso chi si sono appoggiati Copernico e Galilei per affermare i loro pensieri.

Si dice che non bisogna cercar di conoscere il dio supremo e tutto quanto l’universo, nè indagare curiosamente le cause, giacchè v’è dell’empietà in questo: ora a me pare che fare proprio il contrario di questo che dicono, sia una cosa ben fatta“.
PLATONE

Per vedere meglio il Prezi questo è il link:

https://prezi.com/fa9sc0hwx-si/la-terra-vista-dagli-antichi-greci/



Sezioni