Avviso, interno del 29/10/2018
In continuità con gli anni precedenti, per il 2018/2019 l’Associazione Italia Nostra rinnova la sua proposta educativa alle scuole, invitando docenti e studenti a una ricerca-azione sui temi della cittadinanza, della sostenibilità, della tutela e valorizzazione del patrimonio culturale ed ambientale del nostro Paese.

Tale progetto educativo, giunto alla V edizione, prende la denominazione “Le pietre e i cittadini – Educare alla cura del patrimonio culturale ed è riconosciuto e accolto nei protocolli con il MIUR e il MIBAC. In Abruzzo tale progetto è stato realizzato negli anni scorsi, a rotazione, dalle sezioni di Pescara, L’Aquila e Vasto ed ora viene riaffidato a Pescara.

Il progetto propone un corso di formazione per gli insegnanti, una sperimentazione con le relative classi e la partecipazione (per chi lo volesse) al concorso nazionale di fine anno scolastico.
Il corso mira alla costruzione di competenze chiave di cittadinanza secondo il procedimento di ricerca-azione, declinando opportunamente gli assi culturali che concorrono al suo raggiungimento e contestualizzando la proposta nel tessuto geografico e socio-economico della regione Abruzzo.

L’attività formativa propone, quale strumento utile per la valorizzazione del patrimonio e la conoscenza del territorio, la ricerca e la lettura critica delle fonti, l’analisi del paesaggio nelle sue connotazioni naturali e antropiche e favorisce l’acquisizione di capacità realizzative anche su supporti digitali.

Nel presente anno scolastico 2018-19, la sezione di Pescara organizza per le scuole d’Abruzzo il corso di formazione “Paesaggi dell’abbandono: rinascita e ricostruzione dei territori marginali”, articolato in 5 incontri (lezioni frontali ed attività laboratoriali), allo scopo di sviluppare competenze di cittadinanza e di progettare soluzioni alle criticità delle diverse realtà territoriali.

La problematica del corso è centrata sui paesaggi della marginalità, sia territoriale che sociale, relativa sia alle aree interne che urbane, per acquisire conoscenza e consapevolezza dei processi che hanno determinato la formazione degli attuali squilibri e per individuare le possibili strategie al fine di restituire o dare nuova vitalità e senso a tali luoghi nei processi di sviluppo locale.

Le attività dei Laboratori permetteranno ai Corsisti di progettare specifici percorsi di ricerca-azione in un’ottica multidisciplinare sulle tematiche illustrate dai Relatori.

Nella speranza che il progetto educativo sia da Lei condiviso e che possa favorire la partecipazione di un suo docente che, compatibilmente con gli impegni scolastici, potrà usufruire dell’esonero dall’insegnamento (comma 6, art.4, D.M. n.90/2003), porgiamo i nostri migliori saluti.

ADRIANA AVENANTI
(referente Settore Educazione-Italia Nostra)
DOMENICO VALENTE
 (presidente sez. Pescara di Italia Nostra)


Sezioni