Biografia

(Pescara, 1910 – Roma, 1972)

Ha studiato architettura, passando poi al giornalismo ed alla critica cinematografica e teatrale: nel 1939 è recensore per il settimanale “Oggi”, quindi collabora a “Documento”, “Cine Illustrato”, “Mediterraneo”, “Star”, “Domenica”, “Il Mondo”. La sua attività di sceneggiatore inizia con “Pastor Angelicus” (1942) di Romolo Marcellini, ed è destinata a continuare, parallela alla sua carriera di scrittore, con non minore fortuna.

Come narratore, esordisce nel ’47 con il romanzo “Tempo di uccidere”, vincitore del Premio Strega: dal libro verrà tratta nel 1989 una versione per il cinema, diretta da Giuliano Montaldo.
Mentre i suoi articoli di critica, cronaca e costume proseguono senza interruzione sulle pagine di “L’Europeo”, “La Voce Repubblicana”, “Il Corriere della Sera”, egli firma innumerevoli soggetti e sceneggiature che trovano realizzazione in oltre 60

film: nella sterminata mole di titoli, ricordiamo “Roma città libera” (1948), “Guardie e ladri” (1951), “La romana” (1954), “Peccato che sia una canaglia” (1955), “Le notti di Cabiria” (1957), “La dolce vita” (1960), “La notte” (1961), “Fantasmi a Roma” (1961), “La decima vittima” (1965), “La cagna” (1972).
In particolare, il rapporto con Fellini – cominciato nel ’51 con “Luci del varietà” e durato sino a “Giulietta degli spiriti” (1965) – si rivelerà intenso e assai fruttuoso: l’ironia, lo sguardo lucido e impietoso del Flaiano gioveranno non poco alla riuscita di molte pellicole del regista riminese, da “Lo sceicco bianco” (1952) a “I vitelloni” (1953), da “La strada” (1954) a “Il bidone” (1955), fino a quel capolavoro che è “Otto e mezzo” (1963).
Tornando alla vicenda letteraria del Nostro, meritano menzione i due volumi di racconti e satira “Diario notturno” (1956) e “Una e una notte” (1959), cui faranno seguito “Il gioco e il massacro” (1970, Premio Campiello), i 5 testi teatrali di “Un marziano a Roma e altre farse” (1971) e “Le ombre bianche” (1972).
Nei due tomi di “Opere. Scritti postumi” ed “Opere 1947-1972” della collana Classici Bompiani (1988 e 1990) sono confluiti i suoi testi letterari, mentre un’ampia scelta dei carteggi è stata riunita in “Soltanto le parole” (1995).


Filmografia

11989 Tempo di UccidereScrittore
21972 LizaSceneggiatore / Scrittore
31970 RedSceneggiatore
41969 Sweet CharitySceneggiatore
51968 I ProtagonistiRegista / Sceneggiatore
61967 Le Plus Vieux Metier Du MondeSceneggiatore
71965 El VerdugoSceneggiatore
81965 La Decima VittimaSceneggiatore
91965 Les Femmes AméricainesSceneggiatore
101965 Tonio KrögerSceneggiatore
111965 Juliet of the SpiritsSceneggiatore
121963 8 1/2Sceneggiatore
131962 Boccaccio ’70Sceneggiatore
141961 La Ragazza in VetrinaSceneggiatore
151961 La NotteSceneggiatore
161960 La Dolce VitaSceneggiatore
171958 Racconti d’EstateSceneggiatore
181957 Giovani MaritiSceneggiatore
191957 Nights of CabiriaSceneggiatore
201956 CalabuchSceneggiatore
211955 La Fortuna Di Essere DonnaSceneggiatore
221955 La Donna del FiumeScrittore
231955 Il BidoneSceneggiatore
241954 Peccato Che Sia una CanagliaSceneggiatore
251954 Villa BorgheseSceneggiatore
261954 La RomanaSceneggiatore
271954 La StradaSceneggiatore
281953 Fanciulle di LussoSceneggiatore
291953 Il Segno di VenereSceneggiatore
301953 I VitelloniSceneggiatore
311952 Parigi e sempre ParigiSceneggiatore
321952 The White SheikSceneggiatore
331951 Luci del VarietàSceneggiatore