Pierpaolo ci ha lasciato improvvisamente ieri sera, dopo aver combattuto per un intero anno scolastico una battaglia con una grave malattia, una battaglia che sembrava vinta. Aveva solo 14 anni ed era l’alunno che tutti gli insegnanti vorrebbero avere: preciso, puntuale, educato, attento, studioso. Era anche il compagno di banco che tutti gli alunni vorrebbero avere: sempre sorridente, sempre preparato, sempre pronto ad aiutare.

Pierpaolo non si era rassegnato alla malattia: affrontava la sua condizione da eroe, senza mai far pesare nulla a chi lo circondava. Di pomeriggio rubava la forza al suo fisico, percorreva 40 chilometri e frequentava le lezioni a scuola per non perdere l’anno scolastico. E non lo avrebbe perso, perché sapeva studiare e sapeva impegnarsi.

La sua scuola, i suoi compagni di classe, i suoi insegnanti erano pronti ad accoglierlo di nuovo a settembre. Non lo faranno, ma assieme al dolore manterranno sempre il ricordo della grande lezione che ci ha dato.

Grazie Pierpaolo.

Grazie Pierpaolo